fbpx

A volte ci innervosiamo quando dopo i nostri sforzi per dedicargli del tempo, magari con un bel tragitto in macchina, per portarlo in un luogo a sua misura in cui si dovrebbe divertire, lui si lamenta e non ha voglia di far nulla! 🙁

Sappi che non lo fa apposta e non vuole farti un dispetto… semplicemente sta vivendo un disagio e non riuscendo ad esprimerlo a parole te lo comunica con il corpo e con il suo atteggiamento.

Se è piccolo potrebbe aver sonno o fame, disturbi per la dentizione o essere in un periodo di incubazione di un’influenza o di qualche malattia infettiva.
Oppure potrebbe avere un momento di “coccolite” e aver bisogno, per ricaricarsi, di un abbraccio prolungato (e questo ha la precedenza sui giochi, magari gli sei stata più lontana del solito) o semplicemente si è appena svegliato dopo un brutto sogno.

Potrebbe, a casa, all’asilo nido o alla scuola dell’infanzia, aver vissuto un momento di disagio con altri bambini o con l’insegnante e avrebbe bisogno di smaltire quell’emozione negativa.

Se saprai accettare la sua giornata no, senza fargliela pesare e senza prestarci troppa attenzione, semplicemente tenendolo più in braccio del solito, coccolandolo e allo stesso tempo facendogli vedere che tu ti stai divertendo con il gioco proposto, vedrai che riprenderà presto la voglia di giocare e la lezione successiva ritornerà ad essere quello di prima.

Viceversa se ti irritererai per il suo atteggiamento, se gli farai sentire il tuo disappunto e la tua delusione, se continuerai ad interrogarlo sul perché e a chiedergli di fare quello che fanno gli altri bambini, la giornata no potrebbe trasformarsi in un periodo di regressione che si prolunga nel tempo!
Utilizza l’empatia, mettiti nei suoi panni ed immagina quale atteggiamento, da parte di chi ti sta vicino, potrebbe aiutarti a riprendere il buonumore.

Il bambino è un essere umano, proprio come te, e ha bisogno di sentirsi AMATO, ACCETTATO, ACCOLTO, CAPITO in ogni momento, indipendentemente dai suoi risultati o dal suo umore! E questo vale anche per le sue giornate no fuori dall’acqua!

 

PROCESSING